L’Ente Nazionale Italiano di Unificazione e il Building information modeling.

12 settembre 2013 § Lascia un commento

uni

In una breve intervista reperibile sul canale YouTube di Edilio Pietro Torretta, presidente dell’UNI ovvero l’Ente Nazionale Italiano di Unificazione, pèrora la causa del Building information modeling, ovvero della maggiore novità nel campo delle costruzioni non solo edili a livello mondiale. Felicissimi, in quanto entusiasti sostenitori della metodologia operativa e professionale sottesa al Bim, siamo andati a vedere nel sito internet dell’Ente presieduto da Torretta se ci fossero maggiori dettagli e notizie sull’argomento. Non abbiamo trovato nulla. Inserendo nel campo di ricerca il termine “bim”, si ottengono 13 risultati, nessuno coerente col tema in questione (assor-bim-ento, bim-bi etc.). Ne deduciamo che, se anche nel sito fossero presenti dei documenti inerenti il Bim, questi non sono facilmente rintracciabili dal pubblico.

Negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e nel Nord-Europa enti e associazioni stanno ormai giungendo a cogliere i frutti di una lunga attività di ricerca tesa a strutturare formalmente – cioè con accordi, codici, norme condivise – le best practices della progettazione in ambito Bim. Alcuni di questi paesi sono già arrivati o stanno arrivando a emanare leggi statali che richiedono la metodologia Bim in appalti pubblici, concorsi, gare. Negli Usa è attiva un vastissima rete di ricerca capace di intrecciare pragmaticamente pubblico e privato (senza le ridicole pastoie ideologiche nelle quali invece ci imbattiamo noi italiani tutti i giorni), il WBDG, ormai diventata un centro di riferimento mondiale per tutto ciò che riguarda il Building information modeling.

In Italia, quando va bene, siamo ancora ai convegni, alle iniziative eccellenti del Politecnico di Torino (capace da qualche anno di organizzare un gruppo di ricerca molto attivo; divertitevi a inserire “bim” nel motore di ricerca del sito), a qualche incontro organizzato dalle case produttrici di software all’interno delle manifestazioni tipo Saie, Made Expo etc., a qualche meritorio forum pubblico di discussione nel quale bravissimi e competenti professionisti ogni giorno offrono la loro esperienza a colleghi e utenti (uno su tutti, il forum italiano di Revit Architecture). Siamo indietro, come al solito. E allora non possiamo che chiederci: a chi spetta in Italia il compito di promuovere e realizzare concretamente almeno un sedicesimo di quanto fatto, ad esempio, dal National Institute of Building Sciences statunitense? L’UNI potenzialmente parrebbe in grado di sostenere questo compito ormai imprescindibile. Ha le competenze, il personale, la tradizione scientifica per mettersi a capofila di un gruppo di centri di studio comprendente la ricerca universitaria, le aziende del settore (edilizia, manifatturiero, militare, infrastrutturale, etc), le associazioni professionali, e certamente anche il ministero dello sviluppo economico.  L’alternativa, pessima ma molto italiana, è evocare i grandi temi, ma lasciare che sul campo lavorino i professionisti, che come tante piccole formiche già oggi stanno facendo crescere e maturare il Bim in Italia usando il loro lavoro per sperimentare, coordinare, strutturare – ma per forza di cose contradditoriamente – le regole condivise di una pratica che fra pochissimo tempo sarà lo standard mondiale in molti settori industriali decisivi come l’AEC (Architecture, Engineering & Construction) e il PDM (Product Design & Manufacturing). Ma così non solo non si ottiene un livello operativo e normativo standardizzato che possa far competere l’Italia con gli altri paesi nei grandi appalti pubblici e privati, ma si rallenta la crescita economica del settore in maniera palese e facilmente percepibile.

Bim significa connettere intorno ad un progetto tutte le diverse competenze deputate a idearlo, costruirlo, manutenerlo, sino alla fine del suo ciclo vitale. E farlo con un linguaggio unico, comprensibile a tutti. Presidente Torretta, vogliamo provarci?

Grazie!

Annunci

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo L’Ente Nazionale Italiano di Unificazione e il Building information modeling. su C T O N I A.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: