GUIDO LOPONI (1893-1963). Un Ridolfi ipertrofico e bizantineggiante, con accenti cubisti.

12 settembre 2012 § 3 commenti

Se digitate su Google “Guido Loponi” (così, con le virgolette) otterrete una sola risposta: la pagina del sito dello IUAV dove Fabrizio Gay, professore associato di disegno nella celeberrima scuola veneziana di architettura, illustra una esercitazione tutta basata sulle idee architettoniche espresse dai disegni di, dovremmo dire “tale”, Guido Loponi. Mai sentito? Non preoccupatevi, nemmeno noi 🙂 In ogni caso, vale la pena di ammirarne i disegni. E immaginarne, come allievi che fanno l’esercitazione, tante variazioni quante sono le fantastiche case pensate da Loponi.

Ah, naturalmente, grazie al Prof. Gay.

Annunci

Tag:, , , , , , , ,

§ 3 risposte a GUIDO LOPONI (1893-1963). Un Ridolfi ipertrofico e bizantineggiante, con accenti cubisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo GUIDO LOPONI (1893-1963). Un Ridolfi ipertrofico e bizantineggiante, con accenti cubisti. su C T O N I A.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: