STELLA DEL MATTINO. Un saggio di composizione di John Pawson.

5 luglio 2011 § 4 commenti

Accanto al capolavoro dell’addizione di Novy Dvur, John Pawson ha progettato una cappella per il pellegrino, separata dal monastero, e dedicata ai visitatori della struttura e a quanti ricercano un luogo idoneo alla preghiera individuale.

Alcuni pensano che Pawson sia un cosiddetto “minimalista”. In realtà, l’unica cosa minimalista del suo lavoro è il suo sito internet, da guardare con la lente d’ingrandimento e talmente minimal da essere perfettamente inutile* 🙂

Tornando all’architettura, tutti coloro che si sono esercitati nel fare un progetto, specie se di architettura religiosa, forse ricorderanno quanta energia richieda giungere ad una soluzione così proporzionata, adeguata e raffinata come questa cappella presso il Monastero di Novy Dvur. “Miesianamente”, questo livello di “nobile grandezza”  non può che essere il faticosissimo e a pochi concesso raggiungimento di una vetta, il risultato di un percorso lungo e articolato. Un duro lavoro, decisamente poco minimale, anche formalmente parlando. Chi ha fretta e poco talento, in genere, raggiunge vette più accessibili.

Buona visione!

  • Sito ora rinnovato, bellissimo naturalmente 🙂

At the heart of the second phase of the work at Nový Dvůr is a chapel for use by visitors who are not part of the closed community of monks, from priests and pilgrims to the families of the brothers.

The monastery’s requirement is for a modest, freestanding building which can house a congregation of as many as forty-five people but which feels comfortable for a solitary individual. The programme encompasses the usual elements of a church, including presbytery, altar, tabernacle and sacristy. In terms of exterior form, it is important to the sense of a natural hierarchical order and also to the aesthetic harmony of the site as a whole that the chapel does not compete with the church for visual prominence.

The architectural approach is a design anchored in the spatial themes and gestures explored on a more expansive scale in the monastery’s cloister — a quality of proportion, clarity of volume and surface, a spare material palette of burnt wood and granite rubble and the quiet drama of natural light. Simple geometries and uninterrupted planes will come together to create a place of serene contemplation and sanctuary.

John Pawson

Annunci

Tag:, , , ,

§ 4 risposte a STELLA DEL MATTINO. Un saggio di composizione di John Pawson.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Bellissime le due cappelle che proponete. Dovreste cominciare a fare una raccolta (da pubblicare) di ciò che di meglio si sta facendo in giro per il mondo. La raffinatezza e il buon gusto non vi mancano. Un caro saluto ai Ctonia massimiliano

  • ctonia ha detto:

    Grazie Max, si stiamo raccogliendo molto materiale, chissà che non riusciamo poi a pubblicarlo davvero, sarebbe una bella cosa.
    Ciao grazie
    c

  • MAURO ha detto:

    ciao Cristiano
    Non so se ti riferivi, circa il materiale, al tema dell’architettura sacra: sarebbe interessante, vista la vostra competenza (passamela…) pubblicare una bella “sezione” sulle “figure” del sacro.
    Così per tenere “alto” lo spirito….
    Ciao
    Mauro

  • ctonia ha detto:

    Si mi riferivo a quello… Ci stiamo studiando sopra da tempo, speriamo di produrre qualcosa di interessante 🙂
    ciao grazie a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo STELLA DEL MATTINO. Un saggio di composizione di John Pawson. su C T O N I A.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: